Lo stage della stagista si è concluso, grazie ad un’entità oscura ma benevola. Per la cena d’addio non mi è passato neppure per l’anticamera del cervello di “fare” davvero qualcosa in cui ci fosse parte di me, come è mia abitudine, e con la scusa del caldo neanche mi sono sprecata: arista già pronta da cuocere, zucchine ripiene, una macedonia e una Viennetta, ossia una cosa che mai metteresti davanti a qualcuno di cui ti importi lontanamente qualcosa. E via, pedalare. Non sono stronza, ma sei mesi passati ad interfacciarsi con Hello Kitty – e a tenere conversazioni di pari livello –  alla lunga possono anche stancare.

 

update delle 21:34

è un incubo.

intervieni

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: