A quiet life

Talmente irrequieta, e stanca dell’inquietudine, da non riuscire a scrivere. Bruttissimo segno. Nel frattempo mi rileggo la Trilogia dello Sprawl, ma con gli e-book faccio fatica, mi sembra di far finta se non ho il contatto fisico con il libro. Scarico film di fantascienza anni ’60. L’equivalente del cullarsi e del dondolarsi avanti e indietro in maniera autistica, per non prendersi la responsabilità delle non-decisioni, per non avere troppa paura delle spinte sotterranee e magmatiche che romperebbero l’equilibrio e incrinerebbero la superficie piatta e senza appigli che mi preserva.

intervieni

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: